Amore mi tiene in un pericolo: Il canzoniere di Guillaume d’Amiens

Amore mi tiene in un pericolo:
Il canzoniere di Guillaume d’Amiens

Concerto per voce, clavisimbalum e musica elettronica

Canto e clavisimbalum: Arianna Lanci
Testi originali e voce recitante: Davide Brullo
Trascrizione ed elaborazione, musiche originali ed elettroniche, regia del suono: Luigi Pizzaleo

Amore mi tiene in un pericoloè l’incipit di una canzone del troviero Guillaume d’Amiens “il Pittore”.

Il suo canzoniere, custodito dal manoscritto Reginense Latino 1490 della Biblioteca Vaticana, consta di due sole chansons e nove rondeaux.

Luigi Pizzaleo ne ha trascritto le melodie e le ha incastonate in una meditazione condotta da Davide Brullo intorno alla natura dell’amor cortese e della poesia trovierica, a partire dalle scarne informazioni biografiche e dai tenui spunti offerti dalle chansons, al di là del velo dello stile convenzionale e formale dei trovieri.

Si sviluppa così un percorso fantastico e meditativo in cui il canto di Arianna Lanci e il suono del suo clavisimbalum sfumano in elaborazioni elettroniche dal colore fortemente onirico.

La presenza dell’elettronica non vuole qui “attualizzare” una voce antica e diafana come quella di Guillaume (di cui non conosciamo, in fondo, che il nome), quanto piuttosto allontanarla in un passato più mitico che storico, attraverso un gioco di aloni, echi e risonanze.